ULTIM'ORA DEL 19/01/2011 ORE 21.42
AGGIORNAMENTO IRRUZIONE FREDDA: NEVE FORTE SU COLLINE E RILIEVI, A FOSSOMBRONE SARA' NEVE?
Sarà neve fino in pianura?
Spaghi Fososmbrone
Eccoci di nuovo a parlare dell'irruzione fredda in arrivo. Aria artica si sta già addossando sulle Alpi ed entrerà nelle prossime ore in buona parte dal Rodano (a ovest delle Alpi) e in minima parte dalla porta della Bora (a est delle Alpi). L'afflusso di quest'aria fredda provocherà la formazione di una bassa pressione in prossimità del Centro-Italia, in grado di richiamare ulteriore aria fredda da nord e di recare copiose precipitazioni sulla nostra zona, generalmente nevose a quote basse, con accumuli consistenti su colline, fondovalli dell'entroterra e rilievi appennini....

FOSSOMBRONE, AL LIMITE TRA PIOGGIA E NEVE
Nulla è cambiato nella previsione rispetto alla giornata di ieri, nel senso che tutto dipenderà dalla reale collocazione del minimo di bassa pressione e dalla sua direzione di spostamento, in grado di richiamare più o meno freddo e di recare più o meno precipitazioni nevose. La fase di maltempo inizierà domani (pioggia al piano e quota neve in calo da 800 a 300 m), ma le grandi manovre e il clou dell'evento invernale si avrà sicuramente tra venerdì e domenica, e qui entrano in gioco più variabili.... Una bassa pressione in spostamento dal Medio Tirreno al Medio-Alto Adriatico porterebbe precipitazioni miste tra pioggia e neve a causa di un più mite richiamo in quota (scirocco prima e bora poi), con accumuli temporanei di circa 1-5 cm a causa dell'alternanza di pioggia e neve; se viceversa il minimo dovesse spostarsi verso il Medio-Basso Adriatico, ciò attirerebbe più freddo e la precipiazioni risulterebbero nevose (seppur neve pesante e piuttosto bagnata) per l'intera durata, con accumuli sulla nostra cittadina anche di 10-15 cm! In definitiva, a Fossombrone le temperature risultano essere proprio al limite (tra 0 e +2°C) e anche mezzo grado in più o in meno faranno la differenza, e per questo è fondamentale il nowcasting che potrete seguire sul nostro sito. Diverso il discorso delle zone comuinali collinari e montuose, dove si potrebbe rivivere, in piccolo, un nuovo gennaio 2005. Da giovedì sera a domenica le precipitazioni risulteranno nevose sopra i 300-500 m, portando accumuli di circa 20-25 sui 300-400 m (Colle dei Cappuccini) e di 50-60 cm sopra i 500-600 m (Monte delle Cesane)!!!!! 

In arrivo un'intensa e acuta fase di maltempo invernale!
[Autore: Alessio Casagrande - Fonte: www.pesarourbinometeo.it]

L'arrivo di aria molto fredda dalla Scandinavia innescherà la formazione di un vortice ciclonico proprio sulle regioni centrali, determinando fenomeni diffusi, localmente intensi nevosi fino a bassa quota!

SITUAZIONE CONFIGURATIVA
La lunga fase anticiclonica che ci ha accompagnato per diversi giorni è ormai giunta al capolinea; dalla giornata di domani l'espansione dell'anticiclone delle Azzorre verso il nord-Atlantico, favorirà la discesa lungo il suo bordo orientale di fredde correnti di estrazione artica verso il Mediterraneo centrale, investendo in pieno la nostra penisola. Lo scontro tra questa massa d'aria molto fredda e quella più mite presente sul Mediterraneo innescherà una profonda "ferita" dal punto di vista barico, che si tradurrà nella formazione di un profondo vortice ciclonico proprio sulle nostre regioni centrali. Tale configurazione rimarrà quasi immutata per almeno 3 giorni (da domani a sabato e forse prima parte di domenica) favorendo un'acuta e prolungata fase di maltempo dai connotati prettamente invernali.

SINTESI PREVISIONALE PER LA NOSTRA PROVINCIA
GIOVEDI' 20 GENNAIO: Cielo molto nuvoloso o coperto già in mattinata con precipitazioni sparse, localmente diffuse, specie dal tardo mattino e pomeriggio. Quota neve inizialmente intorno ai 500-600 metri ma con tendenza a graduale calo nel corso della giornata fin verso i 200-300 metri, in particolare dalla sera e nei settori settentrionali. Valori termici in sensibile calo, specie sui rilievi; venti moderati dai quadranti settentrionali, con locali rinforzi.
VENERDI' 21 GENNAIO: Ancora tempo perturbato con cielo prevalentemente coperto e precipitazioni diffuse per l'intero arco della giornata, specie sui settore nord. Nevicate fino a quote basse (150-300 metri) con sconfinamenti più in basso possibili nei settori interni e settentrionali; sulla fascia costiera la grande protagonista sarà invece la pioggia anche se non sono escluse possibili sorprese "nevose" almeno a tratti, specie sul settore a nord di Pesaro. Temperature in ulteriore lieve calo con clima freddo; venti moderati o forti da nord nord-est.
SABATO 22 GENNAIO: Cielo ancora coperto con fenomeni diffusi e persistenti, specie nelle zone interne. Nevicate inizialmente al di sopra dei 150-300 metri ma con tendenza a lieve calo dal pomeriggio con possibile interessamento delle pianure e a tratti anche della fascia costiera, specie dalla sera e nel settore nord.. Temperature in ulteriore lieve calo dal pomeriggio-sera, venti moderati da nord-ovest.
DOMENICA 23 GENNAIO: Cielo generalmente nuvoloso al mattino con possibili residui fenomeni, specie nel settore sud, ma con tendenza a graduale miglioramento. Temperature stazionarie, venti moderati dai quadranti settentrionali.

CONCLUSIONI
L'evento che sta per investirci potrebbe risultare di notevole portata sulle zone interne appenniniche, dove gli accumuli previsti superano in media i 40-50 cm oltre i 400-500 metri. Tale situazione potrebbe quindi creare notevoli disagi alla circolazione stradale riguardante le arterie interne; vi raccomando quindi di avere la massima prudenza.
Tornando alla previsione tuttavia esistono ancora degli elementi di incertezza soprattutto per quanto riguarda l'entità del freddo che rende difficoltosa l'esatta collocazione della quota neve.

Continuate a seguirci con le varie news e con il puntuale nowcasting sul nostro portale!!!!!

 

 

 

 

La Redazione Fossombronemeteo

____________________________________________

19/01/2011 - ECCO L'INVERNO: GRAN NEVE IN ARRIVO SU APPENNINI E ZONE COLLINARI, PIANURA AL LIMITE
Articolo qui: http://www.fossombronemeteo.it/articoli/show_editoriali.aspx?ID=325

Questa pagina è stata visitata 355 volte