ULTIM'ORA DEL 12/12/2010 ORE 18.41
RETROGRESSIONE GELIDA: ARRIVANO FREDDO E NEVE, SPOLVERATE E IMBIANCATE FINO IN PIANURA!
Fossombrone (Marmitte dei Giganti, località Calmazzo), 16 dicembre 2007, la storia dovrebbe ripetersi!!!
Fossombrone (Cappuccini sullo sfondo, località Peep), 16 dicembre 2007, la storia dovrebbe ripetersi!!!!
Ecco l'Inverno... Qualche giorno fa l'avevamo annunciato e questo non si farà attendere ulteriormente. Da lunedì 13 (domani, ndr) vivremo la prima  vera irruzione fredda della stagione, con temperature molto fredde e fiocchi di neve che andranno presumibilmente ad imbiancare sia le zone interne che le pianure, nonchè le colline e i rilievi, e con qualche possibilità anche le coste del pesarese. Da venerdì 17, poi, un graduale rilazo termico riporterà le temperature sopramedia per via di correnti meridionali e venti di libeccio e scirocco. Ma di questo avremo modo di parlarne nei prossimi aggiornamenti. Per adesso, godiamoci questo primo evento stagionale di freddo e neve.

EVOLUZIONE BARICA

L'espansione dell'anticiclone delle Azzorre verso la Gran Bretagna e l'Islanda, favorirà la discesa lungo il suo bordo orientale di correnti gelide di origine artica che dopo aver interessato gran parte dell'Europa centrale e orientale, si getteranno nel cuore del Mediterraneo interessando direttamente le nostre regioni, soprattutto quelle centro-meridionali del versante adriatico. Si tratterà di una retrogressione gelida come in realtà ne accadono di media almeno una ogni inverno, capaci di portare la neve tutto il centro-sud adriatico, dalla Romagna alla Puglia, con le zone delle Basse Marche, Abruzzo e Molise ad essere le più colpite dai fenomeni nevosi, con fiocchi e spolverate anche sulle coste. Ma sarà soprattutto un freddo notevole, con isoterme ad 850 hPa veramente gelide da lunedì sera a venerdì mattina: la -5 fino alla Calabria e che abbraccia tutto il centro-sud peninsulare, la -8/-9 costantemente su Romagna e Marche, la -10 sulle Alpi e sulle coste slave.

8b866e6BRE2.jpg

LUNEDI' 13-GIOVEDI 16: FIOCCHI A FOSSOMBRONE, PROBABILE SPOLVERATA

Già da stasera il calo termico si farà sensibile con l'afflusso di aria fredda in arrivo da E-NE. Dopo una prima parte di precipitazioni liquide, dal tardo pomeriggio di lunedì 13 la precipitazione girerà in neve, continuando a pause alterne fino alle prime ore di martedì e lasciando a terra con tutta probabilità qualche cm di neve. La giornata di martedì 14, poi, vivrà di deboli rovesci di neve (qualche fiocco estemporaneo) e schiarite e nella giornata di mercoledì 15 la situaizone meteo dovrebbe peggiorare con deboli precipitazioni lungo tutto l'arco della giornata, alternate a pause asciutte e nuvolose, e con possibili accentuazione dei fenomeni nella notte tra mercoledì e giovedì. Nel resto di giovedì 16, infine, non si escludono rovesci nevosi localizzati, anche sulle coste. Alla fine di tutto Fossombrone potrebbe accumulare fino a 5-10 cm, con qualche cm in più nei settori interni e temporanee imbiancate, a seconda dell'intensità dei rovesci nevosi, anche sulle coste di Fano e Pesaro. Tuttavia, l'intensità dei fenomeni, prevista oggi piuttosto debole, è ancora passibile di ulteriori modifiche, a seconda dello stau appenninico e della localizzazione e intensità dei rovesci nevosi, e a tal proposito la nostra redazione si adopererà nel nowcasting e negli aggiornamenti....

lun13_19312_1_1.png

mar14_19308_1_1.png

mer15_19312_1_2.png

lunedì 13

martedì 14

mercoledì 15

MEDIO TERMINE: POSSIBILE RIALZO TERMICO MA ANCORA INCERTEZZE

Nel medio termine (a partire già da venerdì 17), infine, ci si appresta a vivere l'ennesimo richiamo di correnti meridionali, ma su questo ci torneremo....

yjhImmagine.bmp

 

 

 

 

di Alessandro Tadei, Redazione Fossombronemeteo

Questa pagina è stata visitata 400 volte