Nevicata a Fano nel febbraio 1956

I due giorni di tempo asciutto sono stati seguiti ieri notte a Fano, da una nuova abbondante nevicata. In seguito a ciò la città, che aveva cominciato a riprendere la sua vita normale, è di nuovo coperta da un manto bianco dello spessore di trenta centimetri. In queste particolari condizioni di disagio, specie per l'aggravata situazione dei bisogni, l'Ente comunale di assistenza ha provveduto ad aumentare le razioni di minestra calda, fino a duemila, e le razioni di latte per i vecchi.
Dal canto suo la giunta ha deliberato nella seduta di venerdì un contributo di un milione da devolvere a favore degli ortolani le cui piantagioni di cavoli siano danneggiate dal gelo e di mezzo milione per i marinai pescatori che si trovino in condizione di bisogno per la prolungata, forzata, disoccupazione.

Da: "Il Resto del Carlino", 19-2-1956


FONTE DELL'ARTICOLO:
Poggiani L. e Volpini P. - Nevicate sino al 1970. In: La Valle del Metauro - Banca dati sugli aspetti naturali e antropici del bacino del Metauro. Ed. Associazione Naturalistica Argonauta e Comune di Fano, Fano (PU). Sito Web: www.lavalledelmetauro.it (consultato il 28/02/2008).


Questa pagina è stata visitata 355 volte